Depilazione laser o luce pulsata? Confronto, dettagli

Nel mondo dell’epilazione definitiva, molte persone non hanno ancora ben chiare le caratteristiche e le differenze tra depilazione a luce pulsata e depilazione laser. Questo perché molto spesso sul web ci si imbatte nella lettura di articoli fuorvianti e discordanti tra loro, creando confusione nei lettori interessati all’argomento. In questo articolo cercheremo di fornirvi tutte le informazioni necessarie per schiarirvi le idee ed effettuare una scelta consapevole e che si riveli efficace. Partiamo da un dato certo: entrambe le tecniche sono molto apprezzate dai consumatori, soprattutto se si considera il fatto che stiamo parlando di metodi in grado di offrire risultati definitivi.

La luce pulsata

La luce pulsata, in inglese intense pulsed light o IPL, è una tecnica utilizzata per rimuovere i peli superflui senza il classico meccanismo di strappo della peluria. Nasce nei primi anni del 2000 e ad oggi rappresenta uno degli strumenti più innovativi della medicina estetica. Per mezzo di un dispositivo elettronico, viene sfruttata l’energia luminosa per effettuare trattamenti in diverse zone del corpo: principalmente la fotoepilazione, ma anche altri trattamenti come il fotoringiovanimento, la fotocoagulazione dei capillari, la rimozione di macchie solari, la riduzione dell’acne, delle smagliature eccetera.

La luce pulsata funziona attraverso un principio fisico chiamato fototermolisi selettiva, una lampada emette un fascio di luce sulla zona da epilare, che viene poi assorbita dalla pelle e trasformata in calore. Si tratta di un raggio luminoso ad ampio spettro, con numerose lunghezze d’onda che variano da 590 a 1.200 nanometri, che penetra nella cute, colpisce la melanina e raggiunge esclusivamente la zone di interesse. L’energia che viene assorbita dalla cute e che si trasforma in calore può raggiungere diverse profondità, perché tramite il surriscaldamento dei peli riesce ad indebolire il bulbo pilifero, ovvero la struttura che permette la ricrescita.

Il laser

Al pari della luce pulsata, la depilazione laser rappresenta una delle tecniche più innovative ed efficaci dal punto di vista dei risultati. Infatti garantisce la rimozione del pelo in modo permanente e praticamente indolore. A differenza dei metodi di epilazione tradizionali, con il laser il pelo non viene strappato, ma bruciato direttamente nel follicolo (ovvero la radice).

La lunghezza d’onda del raggio luminoso agisce esclusivamente sul bulbo pilifero, senza coinvolgere i tessuti circostanti. Per lo stesso principio della luce pulsata, la luce emessa dal laser si trasforma in calore e distrugge il follicolo definitivamente.

Differenze principali

La principale differenza tra queste due tecniche di epilazione definitiva sta nel numero di lunghezze d’onda. Infatti il raggio luminoso del laser è costitutito da una sola lunghezza d’onda, o per essere più specifici, da una emissione monocromatica e coerente, che individua il follicolo pilifero senza interessare la pelle.  Quello della luce pulsata invece possiede una varietà di lunghezze d’onda e si tratta di una emissione non coerente, che colpisce anche la melanina, cioè il pigmento che da colore al pelo, non soltanto il follicolo pilifero.

Questa differenza del numero di lunghezze d’onda determina ambiti di applicazione differenti: infatti l’epilazione a luce pulsata, per essere efficace, necessita di un contrasto tra colore della pelle e dei peli. Pertanto risulta particolarmente efficace su pelli chiare e peli scuri, mentre se ne sconsiglia l’utilizzo su fototipi scuri. Al contrario il laser, non andando a colpire la melanina, può essere utilizzato anche su fototipi più scuri o in genere dove non vi sia un contrasto significativo tra colore della pelle e dei peli.

Dal punto di vista del tempo necessario per ottenere risultati soddisfacenti, generalmente l’epilazione laser necessita di un numero di sedute inferiore rispetto all’epilazione a luce pulsata. Ovviamente le statistiche in merito possono variare sempre in base alle caratteristiche soggettive della persona e in base all’ampiezza della zona da trattare. Infine un grande ruolo è rivestito dal tipo di macchinario utilizzato, in quanto gli epilatori a luce pulsata e laser oltre ad emettere impulsi luminosi con lunghezze d’onda diverse, possono presentare dei regolatori di fluenza, del numero di impulsi e soprattutto dimensioni della lampada differenti.

LASERLUCE PULSATA
Unica lunghezza d’onda, monocromatica e coerenteDiverse lunghezze d’onda, non coerenti
Non colpisce la melaninaColpisce la melanina
Non necessita di contrasto tra colore di pelle e peliNecessita di contrasto tra colore di pelle e peli
Efficace anche su fototipi scuriEfficace solo su fototipi chiari
Necessita di un minor numero di seduteNecessita di un maggior numero di sedute

Caratteristiche comuni

Sia la depilazione laser che quella a luce pulsata possono definirsi indolori, soprattutto se paragonate ai metodi tradizionali quali ceretta ed epilazione con i classici silk-epìl, che come sappiamo strappano i peli dal bulbo pilifero. In genere la sensazione avvertita è un minimo fastidio, simile ad un piccolo pizzico o ad un picco di calore.

Entrambi i metodi, sia che siano effettuati a casa o presso un centro estetico, necessitano di un paio di occhiali protettivi, che devono essere indossati sia da chi effettua il trattamento che da chi lo riceve. Ricordiamoci sempre che stiamo parlando di raggi luminosi molto potenti!

Altra caratteristica comune di luce pulsata e laser è che viene richiesta una certa costanza nei trattamenti. Una seduta non sarà mai sufficiente per eliminare i peli dai nostri corpi. Mediamente occorrono circa una decina di sedute, che possono diminuire o aumentare in base all’ampiezza della zona da trattare.

Per ottenere i massimi benefici e risultati duraturi occorrerà effettuare i trattamenti con regolarità e frequenza, specialmente nei periodi iniziali: solo così determineremo una ricrescita sempre più lenta dei peli, che appariranno più radi, più sottili e ovviamente meno visibili al nostro sguardo. La ricrescita pilifera diminuirà sempre di più e partendo da un lasso di tempo di circa 4 settimane si arriverà a periodi di diversi mesi sul finire delle sedute.

Consigli d’uso

Il laser e la luce pulsata non funzionano sulla peluria, ma solo su peli spessi e scuri. Pertanto risultano particolarmente efficaci su zone del corpo come inguine, ascelle e gambe, dove solitamente è presente una peluria spessa e diffusa, mentre sono inefficaci su peli biondi, bianchi, rossi, insomma dove non vi è melanina. Come già accennato all’inizio di questo articolo, vi sono alcuni fototipi per cui si sconsiglia il loro utilizzo. Infatti a seconda del tipo di carnagione su cui si va ad agire, vi sarà un assorbimento dell’impulso luminoso diverso. Ovviamente ogni casa produttrice provvede a distribuire degli esaustivi fogli di istruzioni nelle confezioni dei prodotti, così da assicurarci un’epilazione in totale sicurezza.

Gli epilatori laser e a luce pulsata possiedono sempre un interruttore per regolare l’intensità del raggio luminoso, cosicché sarà possibile variare la gradazione in base al colore e alla sensibilità della propria pelle.

Oltre ad una preventiva valutazione del nostro tipo di carnagione, è vivamente consigliato non utilizzare i dispositivi a luce pulsata su: tatuaggi, ferite della pelle non perfettamente guarite, cicatrici, lentiggini, vene varicose, psoriasi, ustioni, nevi o voglie.

Anche alcuni farmaci possono entrare in contrasto con l’uso di questi dispositivi, quindi è consigliabile contattare sempre il proprio medico prima di effettuare i trattamenti con il laser o la luce pulsata, soprattutto nel caso in cui si avessero problemi cardiaci o diabetici.

Preparazione della pelle

In conclusione, vanno tenuti a mente dei piccoli accorgimenti da seguire prima e dopo ogni trattamento con il laser o la luce pulsata medicale.

  1. Prima di ogni seduta la pelle deve essere pulita, asciugata ed eventuali nei devono essere coperti. Non devono essere presenti ferite né escoriazioni, seppure lievi.
  2. Dopo il trattamento deve essere applicata sulla pelle una crema emolliente e lenitiva o degli oli naturali che aiutino a combattere il normale arrossamento.
  3. Devono essere tassativamente evitate le esfoliazioni attraverso scrub per le 24 ore successive.
  4. Eventuali peli residui presenti sulla zona trattata non vanno rimossi fino alla seduta successiva.
  5. Importante è poi ricordare di non esporsi al sole né prima né dopo il trattamento, dal momento che la sensibilità della nostra pelle sarà notevolmente maggiore. Per questo motivo si consiglia di effettuare le sedute in quei periodi dell’anno in cui i raggi solari sono meno forti e la pelle non abbronzata, come la primavera.

Va fatta una piccola precisazione: il laser, a differenza della luce pulsata, può essere effettuato anche sulla pelle abbronzata, perché non necessita di  contrasto tra colore della pelle e colore del pelo.

Prezzi

Fino a qualche tempo fa, i trattamenti con il laser e la luce pulsata medicale potevano essere eseguiti solamente nei centri estetici o dermatologici, a prezzi non proprio economici. Il costo dei trattamenti effettuati in un centro specializzato può variare da 20 euro circa a seduta (per aree piccole) a 500 euro (per aree più estese), ma questo si riduce drasticamente dal momento che si scelga di effettuare le sedute da casa propria acquistando uno strumento portatile.

Dando uno sguardo alle recensioni presenti sul web, è il laser la tecnica maggiormente scelta dalle donne per essere effettuata nei centri estetici. Anche se la luce pulsata è leggermente più economica, mediamente la cifra per una depilazione total body effettuata con uno dei due trattamenti si aggira intorno ai 3.000 euro ed oltre.

Se si desidera risparmiare, in commercio esistono più che altro epilatori a luce pulsata, fatta esclusione per i modelli laser professionali. Quindi nel momento in cui si scelga di optare per la luce pulsata “fai da te”, le spese ovviamente risultano notevolmente ridotte.

Le marche di epilatori a luce pulsata più conosciute sono: Braun, D-Light, Beurer, Philips, Imetec, I-Tech, Babyliss e molte altre. I modelli che queste case produttrici mettono a nostra disposizione sono molto diversi tra loro: ci sono infatti epilatori IPL che appartengono ad una fascia di prezzo medio-bassa ed altri che invece si avvicinano di gran lunga ai macchinari presenti nei centri estetici, quindi i prezzi possono alzarsi notevolmente.

I prezzi infatti sono molto variabili da modello a modello e aumentano o diminuiscono a seconda di fattori specifici del prodotto, quali la superficie di emissione della lampada (elemento da tenere a mente perché legato alla rapidità delle singole sedute), numero di impulsi, materiali, struttura, forma, accessori, tipo di alimentazione e così via. Pertanto di solito si parte da cifre che si aggirano intorno ai 100 euro fino ad arrivare anche a 600 euro per i dispositivi a luce pulsata più all’avanguardia e vicini ai modelli professionali.

Nella tabella che segue sono elencati i prezzi, dal più basso al più alto, suddivisi in base alle marche più famose (ovviamente potrebbero esserci delle minime variazioni legate alle regole del mercato):

MARCHEPREZZO MIN/MAX
Braun149 euro / 409 euro
D-Light59 euro / 519 euro
Beurer83 euro / 269 euro
Philips149 euro / 311 euro
Imetec84 euro / 166 euro
I-Tech239 euro / 359 euro
Babyliss129 euro / 219 euro

E’ dai tempi del Liceo che la scrittura è tra le mie più grandi passioni.
Da allora, e dopo aver conseguito una laurea in Letteratura, scrittura, editoria e giornalismo, condivido pensieri e offro consigli utili per la vita di tutti i giorni con chiunque abbia piacere di leggermi. Ciò che conta per me è che ciò che scrivo sia sempre interessante, chiaro, esaustivo e soprattutto sincero.

D’altronde, come ha detto anche Ernest Hemingway, tutto quello che si deve fare è scrivere una frase vera. Scrivere la frase più vera che si conosce.

Back to top
Epilatore Migliore